Una nuova eccellenza letteraria è salita sul palco dello spazio cultura allestito nel Village dei “30^ Palermo Ladies Open” di Viale dell’Olimpo. Dopo Gaetano Savatteri e la coppia Filippo La Mantia e Chiara Maci, la protagonista odierna dello spazio letterario è stata Stefania Auci, in cima alle classifiche con “I Leoni di Sicilia” (edito da Nord).

La rinascita imprenditoriale della ottocentesca città di Palermo prende vita attraverso gli occhi della famiglia Florio e alla loro capacità di ri-costruzione. Le vicende storiche si intrecciano, abilmente, con quelle private dei Florio.

“Se mi chiedete se mi aspettavo questo successo la risposta è no – ha dichiarato la Auci – sono però contentissima del risultato ottenuto. Sto pianificando un secondo capitolo della saga, molti lettori mi hanno chiesto come procede il lavoro”.

L’autrice, trapanese di nascita ma palermitana d’adozione, è andata ritroso nel tempo fino ai primi passi nella scrittura. “Avevo 9 anni e i miei primi lavori si basavano sulle gesta di Holly e Benji, il noto cartone animato giapponese sul mondo del calcio – ha detto – da lì in poi l’amore verso la scrittura è aumentato sempre più”.

La Auci ha, infine, rivelato che “I leoni di Sicilia” potrebbe presto diventare una serie TV: “Potrebbe aprirsi questo scenario, vediamo come si evolverà la situazione”.


Gli appuntamenti con i pomeriggi letterari curati dalla libreria indipendente Modusvivendi proseguiranno domani: sarà la volta di Agata Bazzi, che presenterà La luce è là (Mondadori).

E’ possibile ascoltare l’intervista integrale nella Sezione Media/Video.

Condividi questo post su: