Da lucky loser alla prima semifinale in un torneo WTA. Questa è la favola di Liudmila Samsonova, ventenne russa, n. 144 al mondo, che ha battuto in tre set (6-7(5) 6-3 6-4) la francese, n. 75 al mondo e reduce dalla vittoria nel torneo di Losanna, Fiona Ferro.

La Samsonova, andata sotto nel primo parziale, ha dimostrato di avere nervi saldi nel restanti due set dove la Ferro non è riuscita a reggere al recupero della russa. “Ho giocato contro la tennista più in fiducia del circuito – ha detto la ventenne russa al termine del match – penso che il rovescio sia stato questa sera il mio colpo decisivo. Il pubblico, comunque, mi ha aiutato moltissimo. Sono felice di aver fatto in partita tutto quello che avevo provato. Dopo aver perso nel secondo turno di qualificazione, è scattato qualcosa in me. Adesso venga quel che venga”. Eliminata nelle qualificazioni, la Samsonova è entrata nel tabellone principale da lucky loser e adesso può commentare la sua prima semifinale in carriera in un torneo WTA. “Giocherò contro la Teichmann? Davvero non lo sapevo – ha replicato – non guardo mai il tabellone. Sicuramente è un’avversaria molto ostica”.

Condividi questo post su: