PALERMO 28 LUGLIO 2019 – La coppia formata dalla svedese, Cornelia Lister, e dalla ceca, Renata Voracova, ha vinto il torneo di doppio dei “30^ Palermo Ladies Open”. La testa di serie n. 1 del tabellone ha avuto la meglio sulla coppia composta dalla georgiana, Ekaterine Gorgodze, e dall’olandese, Arantxa Rus per 7-6 6-2.  Per Renata Voracova è il secondo successo a Palermo dopo il titolo del 2012 (in coppia con Barbora Zahlavova) ed il tredicesimo complessivo in carriera nel circuito WTA, mentre è il primo assoluto per la svedese, Lister.
 Like
Kiki Bertens è la seconda finalista dei 30^ Palermo Ladies Open. La tennista olandese si è qualificata per l'atto finale, in programma domani alle ore 19.30 contro la svizzera Jil Teichmann, battendo la spagnola Paula Badosa in due set (6-1 7-5): "Oggi ho giocato un po' meglio, il livello secondo me è stato più alto. Gli otto match point? La mia avversaria è riuscita a giocare degli ottimi punti, potevo fare poco ma alla fine ce l'ho fatta". Per la Bertens è la quarta finale di stagione, con l'obiettivo di vincere il terzo titolo dell'anno (il decimo in carriera) come già fatto da Katerina Pliskova e Ashley Barty: "Sono felice di essere in finale innanzitutto, ma il mio livello può essere migliore - prosegue l'olandese - Ogni giorno ci provo, ho avuto solo una settimana per allenarmi prima di Palermo. Non vedo l'ora di affrontare questa sfida".
 Like
PALERMO 27 LUGLIO 2019 – Kiki Bertens e Jil Teichmann sono le finaliste dei “30^ Palermo Ladies Open”, torneo internazionale del circuito WTA in corso al Country Time club. La tennista olandese, numero 5 al mondo, ha battuto in due set la spagnola Paula Badosa, n. 119 del ranking che si è arresa (dopo avere annullato 7 match point) con il punteggio di 6-1 7-5.             La finale, in programma domani (domenica 28 luglio) alle ore 19, sarà tra le uniche teste di serie rimaste nel tabellone principale: la Bertens, n. 1, e la Teichmann n. 8. Per l’olandese è la quarta finale stagionale.             Nella prima semifinale la svizzera, Jil Teichmann, n. 82 al mondo, aveva impiegato un’ora e 18 minuti per battere  con il punteggio di 6-3 6-1 la russa, Liudmila Samsonova che, da lucky loser, è riuscita a raggiungere a Palermo il più importante risultato della carriera. Per la tennista elvetica, reduce dai quarti di finale a Losanna, è, invece, la seconda finale nel circuito dopo la vittoria nel torneo di Praga (la prima WTA) ottenuta lo scorso 4 maggio (contro la Muchova, battuta in 3 set). “Sarebbe favoloso vincere il secondo titolo in due mesi – ha detto la Teichmann – lo scorso anno ho giocato bene ma non in maniera costante, adesso penso di aver fatto un salto di qualità dal punto di vista mentale”.   Grazie alla finale conquistata a Palermo, la Teichmann, ex numero 3 al mondo da junior, lunedì centrerà il best ranking (60).
 Like
PALERMO 27 LUGLIO 2019 –Jil Teichmann è la prima finalista del 30° Palermo Ladies Open. La tennista elvetica ha sconfitto in due set la russa Liudmila Samsonova, 6-3 6-1. La Teichmann, dopo aver vinto il torneo di Praga lo scorso maggio, si regala dunque un'altra finale. In serata conoscerà la sua avversaria che uscirà fuori dal match tra Kiki Bertens e Paula Badosa. "Grazie al duro lavoro e ai piccoli dettagli sono riuscita a cambiare il mio gioco - racconta la Teichmann - Sarebbe favoloso vincere il secondo titolo in poco tempo".
 1
Dal Kids Day al tennis in carrozzina. Nella settimana dei 30^ Palermo Ladies Open, la FIT Sicilia è sempre stata in prima fila con una serie di eventi. A chiudere la lunga sette giorni è stato il "Disabilities Tennis Event", dedicato ai ragazzi in carrozzina e con disabilità intellettive, che hanno avuto la possibilità di palleggiare con alcuni maestri siciliani e con l'azzurra Dalila Spiteri. "Questa manifestazione corona un progetto su cui puntiamo molto come comitato regionale - racconta il presidente regionale Gabriele Palpacelli - Crediamo molto in questo progetto, è bello vedere questi atleti cimentarsi con maestri e giocatrici". Presenti all'evento il fiduciario regionale per il tennis in carrozzina, Giuseppe Cobisi, il consigliere regionale, Gaetano Alfano, e Anna Nosotti dell commissione pari opportunità. All'evento presente anche la Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) che ha premiato Alfano e Palpacelli per l'impegno profuso sul tema.
 Like
Con l'hackathon svoltosi questo pomeriggio dedicato allo sport-tech, si è chiusa ufficialmente la tre giorni di Tennis Innovation Challenge, ideata da Sellalab by Banca Sella in collaborazione con Sport Dots.  Studenti, sviluppatori, marketers si sono sfidati in un hackathon Sport-Tech, per trovare la migliore soluzione alle sfide che la sport industry sta affrontando, davanti ad una giuria di grandi esperti di innovazione, sport influencers e atleti professionisti. Presenti, tra gli altri, Luca Corsolini (Referente Programma Sportivo di Matera 2019 Capitale della Cultura, ex Direttore Comunicazione Adidas e Giornalista Sky Italia), Francesca Picasso (Partnerships & Startup Manager di Wylab), Davide Bima (Co-founder Geko Sport, Manager di top player e diversi tennisti), Lorenza Ticli (Responsabile Sellalab Milano), Emanuela Perinetti (General Manager Sport Dots). Una maratona di lavoro di tre giorni, guidata da mentor dell'innovazione e dello sport, rivolta a talenti e startup. Tanti i temi affrontati e sviluppati durante il workshop, dall'analisi dei dati sportivi e delle performance degli atleti al coinvolgimento dei fan ed esperienza dell'utente, senza dimenticare il management e l'ottimizzazione dei costi delle strutture sportive.  
 1
Va in archivio la quarta edizione dei premi dell’anno dell’Ussi. La manifestazione, ospitata dal Country Time Club a Palermo, ha assegnato i riconoscimenti agli atleti e ai tecnici che si sono messi in evidenza nel corso della stagione agonistica. L’assistente arbitrale di calcio Andrea Capone, l’Orizzonte Catania per la pallanuoto e l’AndrosPalermo per il basket sono alcuni dei protagonisti che hanno partecipato alla cerimonia di consegna che si è tenuta nell’ambito della settimana degli Internazionali femminili di tennis che sono in corso sui campi in terra rossa del circolo palermitano. “Quest’anno l’edizione dei premi Ussi – dice il presidente dellUssi Sicilia Roberto Gueli – è stata straordinaria per presenze legate al mondo dello sport attivo e a dirigenti di grande corso. Siamo molto contenti di aver premiato due maestri del giornalismo come Vito Maggio e Italo Cucci che da anni vive e lavora a Pantelleria. La quarta edizione dei premi Ussi Estate è stata prologo d’eccellenza in vista della sessantesima edizione dei Premi dell’anno dell’Ussi che si svolgeranno a dicembre al teatro Politeama a Palermo”. I premi Ussi Estate sono stati istituiti per riconoscere agli atleti siciliani il giusto merito per le imprese appena compiute da parte di chi le ha raccontate per radio o televisione o riportate sui giornali o ancora su agenzie o testate online. A organizzare la manifestazione l’Ussi Sicilia presieduta da Roberto Gueli con il coordinamento del vicesegretario Nunzio Currenti. L’intera cerimonia si può rivedere sulla pagina Facebook dell’Ussi Sicilia: facebook.com/ussisicilia/. Oltre ai riconoscimenti agli atleti e alle squadre che stanno regalando nelle varie discipline tante soddisfazioni agli appassionati, sono stati premiati anche gli allenatori che hanno reso possibili le imprese: fra questi Giovanni Barbagallo e Matteo Di Fiore, tecnici rispettivamente di pallavolo e calcio. Fra le varie categorie di premiati, anche quest’anno è stata assegnata

Continue Reading

 Like
30^PALERMO LADIES OPEN - PALERMO, ITALY$250,00022 - 28 JULY 2019 ORDER OF PLAY - SATURDAY, JULY 27, 2019CENTER COURT start 6:30 pm[LL] L. Samsonova (RUS) vs [8] J. Teichmann (SUI) Not Before 8:30 pm[1] K. Bertens (NED) vs P. Badosa (ESP) DOUBLES FINAL - [1] C. Lister (SWE) / R. Voracova (CZE) vs [PR] E. Gorgodze (GEO) / A. Rus (NED)
 Like
PALERMO 27 LUGLIO 2019 – Esce di scena Jasmine Paolini, ultima azzurra rimasta in tabellone nei “30^ Palermo Ladies Open”. Nel match conclusivo dei quarti di finale, la tennista lucchese è stata sconfitta in tre set dalla testa di serie n. 1, Kiki Bertens con il punteggio di 6-4 1-6 6-1. La Paolini ha messo in campo la solita grinta, ma questa volta non è bastato per superare la n. 5 al mondo. La Bertens affronterà in semifinale la spagnola Badosa che ha impiegato poco più di un’ora per avere la meglio (per 6-2 6-1) sull’olandese Rus. Non c’è stata, invece, partita tra la svizzera, Teichmann, e la tedesca Friedsam, quest’ultima costretta (sul punteggio di 6-0 1-0 a favore dell’elvetica) a gettare la spugna per un problema all’adduttore. Liudmila Samsonova, n. 144 del circuito, ha festeggiato, invece, nel match d’apertura del serale, il suo primo grande traguardo di una carriera ancora tutta da scrivere. La vittoria contro Fiona Ferro ha regalato alla tennista russa, allenata da Alessandro Piccari, il best ranking che sarà certificato lunedì prossimo da una posizione vicina alla 120^ posizione mondiale. “Ho giocato contro la tennista più in fiducia del circuito – ha detto la ventenne russa al termine del match vinto con il punteggio di 7-6 3-6 4-6 contro la Ferro – penso che il rovescio sia stato questa sera il mio colpo decisivo. Il pubblico, comunque, mi ha aiutato moltissimo. Sono felice di aver fatto in partita tutto quello che avevo provato. Dopo aver perso nel secondo turno di qualificazione (contro la francese Hesse), è scattato qualcosa in me. Adesso venga quel che venga”. Eliminata nelle qualificazioni, la Samsonova è entrata nel tabellone principale da lucky loser e adesso può commentare la sua prima semifinale in carriera in un torneo WTA. “Giocherò contro la Teichmann?

Continue Reading

 Like
Da lucky loser alla prima semifinale in un torneo WTA. Questa è la favola di Liudmila Samsonova, ventenne russa, n. 144 al mondo, che ha battuto in tre set (6-7(5) 6-3 6-4) la francese, n. 75 al mondo e reduce dalla vittoria nel torneo di Losanna, Fiona Ferro. La Samsonova, andata sotto nel primo parziale, ha dimostrato di avere nervi saldi nel restanti due set dove la Ferro non è riuscita a reggere al recupero della russa. "Ho giocato contro la tennista più in fiducia del circuito – ha detto la ventenne russa al termine del match – penso che il rovescio sia stato questa sera il mio colpo decisivo. Il pubblico, comunque, mi ha aiutato moltissimo. Sono felice di aver fatto in partita tutto quello che avevo provato. Dopo aver perso nel secondo turno di qualificazione, è scattato qualcosa in me. Adesso venga quel che venga”. Eliminata nelle qualificazioni, la Samsonova è entrata nel tabellone principale da lucky loser e adesso può commentare la sua prima semifinale in carriera in un torneo WTA. “Giocherò contro la Teichmann? Davvero non lo sapevo – ha replicato – non guardo mai il tabellone. Sicuramente è un’avversaria molto ostica”.
 Like